erba.jpg

registrati su gas.it

Sondaggio gas.it

Nuovo decreto FGAS, cosa ne sai?
 

Login

Se sei gia' registrato accedi con il tuo Nome Utente e la tua password.
Altrimenti REGISTRATI:

Le ultime dal forum

nuova dichiarazione di conformità

download allegato H

download allegato I

Ultimi utenti registrati

Chi è online

No

Statistiche Gas.it


Visite oggi216
Visite ieri523
Visite del mese4739
Totale visite10478737
Statistiche dal01/09/2004
Home Dichiarazione di conformità Nuova dichiarazione di conformità

Il provvedimento stabilisce che le Banche e Poste Italiane Spa debbano operare una ritenuta alla fonte pari al 10% degli importi dei bonifici con i quali i beneficiari delle agevolazioni fiscali pagano le imprese esecutrici dei lavori.

 

 

L'articolo 25 del Decreto Legge 31 maggio 2010 n° 78 "Misure urgenti in materia di stabilizzazione finanziaria e di competitività economica" prevede una nuova misura antievasiva che sfrutta le dichiarazioni relative alle agevolazioni fiscali del 36% sulle ristrutturazioni edili e del 55% per il risparmio energetico.

Il provvedimento stabilisce che le Banche e Poste Italiane Spa debbano operare una ritenuta alla fonte pari al 10% degli importi dei bonifici con i quali i beneficiari delle agevolazioni fiscali pagano le imprese esecutrici dei lavori.

 


La procedura prevista dall’articolo sopra citato è entrata in vigore a partire dl 1 luglio 2010.

Il provvedimento è arrivato tardivo e stabilisce che la ritenuta è effettuata sui pagamenti relativi ai bonifici disposti per:

-   spese di intervento di recupero del patrimonio edilizio, ai sensi dell’articolo 1, della legge 27 dicembre 1997, n. 449 e successive modificazioni (36%).
-  spese per interventi di risparmio energetico ai sensi dell’articolo 1, commi 344, 345, 346 e 347, della legge 27 dicembre 2006, n 296 e successive modificazioni (55%).