Nella riunione del 31 luglio il Consiglio dei ministri ha approvato, in esame preliminare, il decreto legislativo che introduce una nuova disciplina sanzionatoria per la violazione delle disposizioni di cui al Regolamento (UE) n. 517/2014 sui gas fluorurati a effetto serra che abroga il Regolamento (CE) n. 842/2006.

 

 

 

 

Il testo, che va a complemento del DPR 146/18, prevede sanzioni amministrative pecuniarie per la violazione degli obblighi in materia di prevenzione delle emissioni e di sistemi di rilevamento delle perdite, nonché, in alcuni casi, pene detentive per la violazione degli obblighi ivi previsti.

Il nuovo decreto in approvazione prevede sanzioni anche per le attività di vendita, casistica non contemplata dal vecchio decreto sanzionatorio

Rimane comunque in vigore il D.Lgs. 5 marzo 2013, n.26 «Disciplina sanzionatoria per la violazione delle disposizioni di cui al regolamento (CE) n.842/2006 su taluni gas fluorurati ad effetto serra.»

L'attività di vigilanza e di accertamento, ai fini dell'irrogazione delle sanzioni di cui al comma 1, è esercitata dal Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare.